Disabilità uditiva

L'attrice Marlee Matlin comunica con l'ASL in una trasmissione televisiva.
Ognuno di noi è diverso in qualche modo, ma dobbiamo fare uno sforzo per convincere  quelli che lo sono meno che possiamo fare le loro stesse cose, solo in modo differente.

 

M. MATLIN

La sordità non costituisce necessariamente un ostacolo alla comunicazione. Occorre compensare opportunamente le difficoltà uditive offrendo strumenti di supporto e potenziare i canali non compromessi, come quello visivo, al fine di favorire il processo di apprendimento.

Software

SMART ENGLISH: elaborato dall’Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi di Roma, è un ambiente di apprendimento virtuale della lingua straniera con supporti audiovisivi nelle lingue dei segni italiana e americana.

Software DFB (Dattilologia Fonologica Bimanuale): programma elaborato dall’istituto Smaldone di Salerno, consente di trasformare la lingua parlata italiana in elementi visibili attraverso la trasformazione dei 28 fonemi dell’italiano in 24 cheremi, le unità minimali di cui è composto un segno.

Siti

HANDITECNO: in questo sito è possibile trovare approfondimenti sulla disabilità uditiva e la didattica.

DIZLIS: dizionario bilingue Italiano-LIS LIS-Italiano

SPREAD THE SIGN: video-dizionario che raccoglie i segni di numerose lingue dei segni provenienti da tutto il mondo.

 

Libri

DAR VOCE AL WEB. L’accessibilità dei siti web per persone con disabilità acustiche gravi: testo free pubblicato dalla Regione Emilia-Romagna.

IPOACUSIA A SCUOLA: IL CONTRIBUTO DELLE NUOVE TECNOLOGIE. Breve contributo sulla sperimentazione delle tecnologie informatiche nella scolarizzazione degli alunni ipoacusici.

 

Film

FIGLI DI UN DIO MINORE
New England. In un Istituto per sordi arriva un nuovo insegnante. È James Leeds, un giovane i cui metodi non piacciono molto sulle prime al direttore. Ma Leeds ha una facile presa sugli assistiti e i primi risultati riabilitativi si vedono presto. Nell’istituto c’è anche Sarah Norman, sorda praticamente dalla nascita che, accolta durante l’infanzia, è poi rimasta e si occupa delle pulizie. A differenza di molti dei sordi cresciuti nell’istituto, Sarah si rifiuta di parlare. Nonostante ciò è una donna intelligente e bella e Leeds se ne innamora.

IL SILENZIO SUL MARE
Shigeru è un sordo che vive la sua vita apaticamente, diviso fra il lavoro part-time da netturbino e le silenziose passeggiate sul mare con la sua fidanzata (anche lei sorda). Un giorno però, trova una tavola da surf abbandonata vicino ad un bidone dell’immondizia, incontro che gli cambierà la vita. Decide così di imparare a surfare, trovando finalmente uno stimolo nella sua vita: poter cavalcare quelle onde silenziose che tante volte aveva ammirato.

(Le trame dei film sono tratte da Wikipedia)